lunedì 22 ottobre 2007

Ma quanto è buono il cioccolato con le pere? Lo so, lo so, lo sapevano tutti! Torta al cioccolato amaro e dadolata di pere rosse.


Venerdì due erano le questioni essenziali da dover risolvere:
1. consumare le pere
2. recuperare una giusta e corretta sanità mentale oltre che un umore degno di un fine settimana

Si parte quindi da qui per questa ricettina per scaldare animo e corpo.
Nonostante l'abbinamento direi classicheggiante, non avevo mai sperimentato pere e cioccolato tuttavia, nonostante possa sembrare un'affermazione da "scoperta dell'acqua calda",devo dirvi che FUNZIONA!
La ricetta è sperimentale, pertanto estremamente migliorabile, poichè proveniente unicamente dalla mia immaginazione. Saranno pertanto accolti, a furor di popolo suggerimenti, idee, critiche e tutto quello che vi venga in mente.
Ingredienti
300 gr farina
300 gr zuccheo
4 uova
1/2 bicchiere olio di oliva
1 bicchiere di latte
maizena, un cucchiaino
bicarbonato, un cucchiaino,
cacao amaro , 2 cucchiai
1 bustina lievito per dolci
3 pere
burro e farina per la teglia

Cosa fare
Mescolate lo zucchero con le uova fino a farle diventare spumose.
Aggiungete farina setacciata, latte, olio e cioccolato amaro e mescolate nuovamente.
Raggiungete un composto omogeneo ed aggiugete il lievito, il bicarbonato e la maizena.
A questo punto aggiungete 2 pere tagliate a dadini amalgamandole delicatamente all'impasto ottenuto.
Versate il contenuto in una teglia e infornate a forno caldo, temperatura 180° per 45 minuti.
Tagliate la seconda pera a fettine molto sottili e, dopo 30 minuti di cottura circa, provvedete a disporla a corona sulla parte superiore della vostra torta.
Per la cottura i tempi orientativi sono quelli che vi ho dato, tuttavia vale come sempre la prova dello stuzzicadenti.

La torta è buona a colazione o per un ricco thé di un sabato pomeriggio invernale, quando fuori fa freddo, piove e c'è traffico.
Concludo dicendo pertanto che le premesse iniziali sono state soddisfatte, ovvero pere consumate e umore ristabilito.
Spero che abbia fatto lo stesso effetto per i numerosi direi che sono stati "costretti" ad assagiarla!

5 commenti:

edo ha detto...

dunque questo stillidicio deve finire: o porti un campione delle tue opere dolciarie da farci provare o darò seguiro a una campagna denigratoria! ;-)

Ad ogni buon modo un famoso detto suonava come segue "Al contadino non far sapere com'e' buono il formaggio con le pere"..e visto che non parlava di "cioccolato con le pere" tutto sommanto il tuo accostamento è meno scontato di quanto non possa sembrare.

Alex e Mari ha detto...

Ma è davvero bello questo ciambellone! Credo che dovrò fare anch'io qualcosa per la mia sanità mentale!! La tovaglietta è stupenda! Ciao, Alex

lenny ha detto...

... umore ristabilito...
Solo a vedersi, questo dolce risolleva gli animi: anche io vorrei essere "costretta" ad assaggiarlo. Ciao

Gnocchetto al pomodoro ha detto...

x EDo: inutile risponderti..;))))il preparato di pistacchi te lo devo obbligatoriamente

x Alex: la tovaglietta è figuriamoci un asciugamano "antico"..nel senso che era della mia nonnetta..troppo bello condivido! Grazie mille e a presto

x Lenny: il cioccolato è senza alcun dubbio un Ristabilizzatore di umori ! ;))
Grazie e a presto

Francesca ha detto...

per fortuna che lo sanno tutti! Così mi posso 'gustare' questa torta golosissima SLURP!