mercoledì 16 gennaio 2008

Lunedì aromatico (in ritardo): cannella in maltagliati di torta di mele


LO SO CHE OGGI è MARTEDì..E CHE SE SI PRENDE UN IMPEGNO è UN IMPEGNO..anche se a leggerlo siamo in pochi intimi...ad ogni modo perdono..la rubrica appena nata decolla a fatica causa poca serietà della sua autrice sempre intenta a perder tempo in affari di poco conto...
Dopo le banali scuse, torniamo a noi, vi ricordate il lunedì aromatico...???
Oggi vi parlo di una spezia che si ama o o si odia, come un po' tutte direi,..la cui esistenza, almeno per quanto mi riguarda, ritengo giustificata anche solo, per una delle accoppiate più classiche e scontate della storia della cucina..
Ma andiamo con ordine.
Prima di Natale, passeggiando per missioni natalizie, sono incappata in quel fantastico luogo di perdizione di nome Castroni a Via Cola di Rienzo a Roma, dove ogni qual volta metto piede inizio a meditare su tutti i lavori che avrei voluto fare nella vita, tutte le cose che ancora non conosco e tutti i cibi che vorrei cucinare e che a difficoltà trovo il tempo anche solo di immaginare...inizio a vagare, come mi dice Pier, tra scaffali di spezie, salsine, farine, pasta, riso e ingredienti di tutto il mondo, per uscire alla fine con le più banali delle cose nel mio sacchetto..nel dettaglio,
pistacchi di Bronte per Anna
bottiglia di vino scelta da Pier per la sua collezione
e poi..il tema del giorno,
cannella in polvere

Lo so che si trova ovunque e l'avrei pagata molto meno sicuramente...e non solo, Ale mi ha portato dall'isola di Sumatra una manciata di bastoncini molto più prestigiosi..ma mi mancava in polvere nel mio scaffale spezie e era da tanto che la cercavo...e va bene le solite scuse..
Cosa dire della cannella che già non sappiate? Ben poco, ha un aroma secco e pungente, che ricorda quello dei chiodi di garofano con una nota pepata, è una spezia, detestata da molti e amata da altrettanti.
Per me ha senso di esistere anche solo per una preparazione banale, una torta con le mele... che bontà, sembrano stati creati per vivere insieme.
Il nome scientifico è Cinnamomum Zeylanicum, albero tropicale sempreverde alto circa 10-12 metri, della famiglia delle Lauracee che cresce allo stato selvatico nelle foreste. Con il termine “cannella” si indica la spezia costituita dalla corteccia di due specie di vegetali ed entrambi appartenenti al genere Cinnamomum: il Cinnamomum Zeylanicum e il Cinnamomum Cassia.
Il Cinnamomum Zeylanicum è un albero sempreverde la cui corteccia - molto sottile e fragile - viene essiccata assumendo il caratteristico aspetto arrotolato.
Questa spezia è conosciuta anche come cannella regina forse per mettere in risalto la sua superiorità in termini di qualità e aroma.
Il Cinnamomum Cassia o cannella Cinese, della famiglia delle Fabaceae, è un albero originario della Cina, e la sua corteccia essiccata ha un aspetto più rugoso, di spessore superiore al millimetro e il colore tende al grigiastro. Ha un aroma meno pronunciato e una qualità inferiore rispetto a quella di Ceylon. Viene prodotta in Vietnam, Sumatra ed Indonesia.
La spezia non si ricava fusto e dai ramoscelli che, un volta liberati del sughero esterno e trattati, assumono il classico aspetto di una piccola pergamena color nocciola.

Non ha un'origine geografica precisa, ma sicuramente la sua zona di provenienza è Ceylon o l'India meridionale. Oggi la coltivazione si è estesa anche alle Seychelles, Giava, Sumatra, Brasile e Giamaica, ma l'isola di Ceylon è, a ancora oggi, il maggior esportatore di cannella del mondo.
Il nome Italiano cannella deriva appunto dalla forma con cui è commercializzata, come delle piccole cannucce.

La ricetta abbinata non poteva che essere legata alle mele,
nel dettaglio una rivisitazione della classica torta di mele,
l'ho battazzati "Maltagliati di torta di mele roesciata alla cannella" (Ok..non ridete!)
La ricetta è un ritaglio trovato nell mio agendone delle ricette..la stampa mi sembra essere del Gambero Rosso, così ad occhio..
Unica aggiunta alla ricetta è stata la cannella per l'appunto, accompagnata da un pizzico di zenzero, noce moscata e chiodi di garofano.
(La foto la odio, è brutttttttttaaaaaaaaa!)
Cosa serve
4 mele renette
100 gr di farina
100 gr di burro
2 uova
1 cucchiaino di lievito per dolci
cannella (e le altre tre spezie se le avete disponibili, altrimenti la cannella basta a se stessa)
pangrattato e burro pe rla teglia
Come fare
Pelate le mele e dividete ognuna in 8 spicchi e disponete in cerchi concentrici sul fondo di una tortiera di 24 cm di diametro circa che avrete imburrato e spolverizzato con il pangrattato.
Raccogliete il il burro morbido e a pezzetti in una terrina con lo zucchero e lavoratelo con il cucchiaio di legno fino ad averlo morbido e spumoso.
Continuando a lavorare il composto aggiungete le uova intere una alla volta e infine la farina setacciata con il lievito e un cucchiaino del mix di spezie o della sola cannella.
Mescolate bene e versate il composto, che risulterà piuttosto denso, sulle mele. Livellate la superficie e passate la torta in forno caldo a 180°C per circa 45 minuti.
UNa volta pronta attendete 10 minuti e rovesciate la torta sul paitto da portata, tagliate a cubotti irregolari e servite tiepida con gelato alla vaniglia o alla crema.

Se preferite potete anche servirla intera " a forma di torta", d'obbligo il gelato.

7 commenti:

sciopina ha detto...

A me piacciono molto le tue foto!
Che bella la corteccia di cannella!
ciao
sciopina

elisa ha detto...

adoro la cannella e la torta sarà sicuramente buonissima!!

Cuocapercaso ha detto...

Non so se sono in pochi a seguire questa rubruca, MA io la seguo sempre con attenzione! mi piace proprio! grazie ;)

Ciao, Grazia

salsadisapa ha detto...

tranquilla, anch'io mi ero promessa di aderire al carbonara-day ma oggi non ce l'ho fatta... :-( farò un carbonara-the-day-after :-P
buona la tua torta: mi piace l'idea di tagliarla a cubetti ;-)

barb michelen ha detto...

Hi again, see tthis is the site i told you i signed up to. It has some nice information about how to make money using OPP, i think you might find it interesting. here it is. bye!

La maga delle spezie ha detto...

Ciao!
Scopro solo ora il tuo blog,e ti faccio un sacco di complimenti!
La corteccia di cannella è davvero bellissima!
Ciao e complimenti ancora.

Gnocchetto al pomodoro ha detto...

@sciopina: grazie mille cara..non so come ma la corteccia a reso benissimo!
@elisa: grazie mille cara..la torta era buona..ma la cannella è molto versatile per 1000 idee..
@Grazia: sei troppo gentile e troppo piacere mi fa sapere che leggi queste righe..
@salsa di sapa: si..hai ragione...sempre in ritardo tra mille cose, mille idee...e mille cretinate che ti fanno perdere tanto tempo inutile ;)
@ la maga delle spezie: grazie mille della visita! e come dice un bel fil..non perdimaoci di vista...;)