lunedì 7 gennaio 2013

uno sguardo complice per il nuovo anno


Allora ricomincio.
Così senza preavviso, senza precisazioni.
Ricomincio per me, come percorso di terapia personale.
Scrivermi e vivermi così come voglio...
Oggi mi vorrei raccontare come se il tempo non fosse passato, come se io non fossi cambiata, come se la mia vita fosse sempre uguale...come se ci fossimo finiti di sentire ieri.

Le ragioni del silenzio hanno poca importanza, hanno poco spessore rispetto alla voglia di  fare qualcosa e basta...E allora scrivo e basta, vi voglio raccontare di uno sguardo di complicità.
Questo è il titolo del pensierino di oggi.
Rivedendo le foto di queste breve ed intense vacanze appena trascorse, i miei occhi si sono fermate qui, su questo sguardo, su tutto quello che nascondeva, sull'esplicito ed implicito lì nascosto o forse visibile...


Tanto.
Tutto.
Semplice.
Intenso.
Laddove le parole non arrivano, un attimo, il lampo di quello sguardo mi conquista, mi riempe, mi fa pensare alle cose dette, a quelle che possono essere solo sussurrate e a quelle più profonde che possono essere solo immaginate.la complicità nasce negli occhi, in un secondo ed è subito magia, è subito possibilità di fare,l'immaginabile diventa reale e quello che era pensiero diventa azione, quello che fino a un secondo prima era un pensiero diventa vero, possibile perché un amico ha risposto al nostro sguardo...
Auguro ad ognuno di trovare il suo sguardo complice, quello che rende possibile l'immaginabile e l'inimmaginabile, ieri, oggi e nel domani che ci sarà..ritrovarsi negli sguardi complici,
ecco un altro buon proposito del mio nuovo anno...

2 commenti:

Anonimo ha detto...

bentornata gnocchetto!! gli occhi hanno un linguaggio tutto loro..dicono quello che il cuore sente..

bacio

edo

Anonimo ha detto...

Bella scoperta sei stata gnocchetto....bel post, interessanti ricette...splendide foto