martedì 15 gennaio 2013

Mele dentro, un po' inquieto e un po' ribelle


Arriva e non si sa bene perchè, ma alle volte arriva o almeno a me lo fa..un po' di sana inquietudine, non spiegabile, non commentabile.
Arriva e punto, già c'è.
Non tutti la provano, animi forse fortunati, forse no, dipende dai punti di vista, non passano neanche un giorno vivendola, un po' li invidio, un po' no.

Per me è uno stato familiare, diciamo conosciuto, a tratti caratteriale, a tratti ricercato.
Un po' ci sguazzo nell'inquietudine, mi ci consolo, mi ci nascondo, a volte mi ritrovo, a volte mi perdo, a volte ci cerco dentro aria nuova.

Ho imparato a viverla e basta senza lamentarmi di essere oggi un po' inquieta, perchè da lì di solito si riparte, nasce qualcosa di meglio.
Oggi è una giornata così,
ma a tratti trovo anche altro, anche  un po' di ribellione, di quella un po' punk, un po' urlata, un po' del mondo dei sogni, quella lontana dalla vita reale.

Ecco bella roba, non solo inquieta...ma anche ribelle, una buona giornata! ;)

Oggi è così, non sto dentro a niente, a nessun ruolo che ho, a nessun cappello che indosso, la prendo così per come è, per come me la sento addosso,
Prendo tutto e lo butto qui,
dentro questo conforto di mele.


Prendete due mele, tagliatele a pezzetti, mettete il tutto in bicchiere alto del minipimer, aggiungete mezzo bicchiere di olio e un bicchiere di latte, frullate tuttofino ad ottenere una composta piuttosto granulosa.

Aggiungete un pizzico di cannella e qualche scaglia di mandorla e lasciatelo lì diciamo ad attendere.
Sbattete 4 uova con 300 gr di zucchero fino a che diventa un impasto cremoso e gonfio,
aggiungete300 gr di farina setacciata, una bustina di lievito, un cucchiaio di maizena e il vostro composto di mele.

Impastate bene bene il tutto,
infornate a 180°C per diciamo 40 minuti, poi controllate se è en cotto, ma ci dovremmo essere.


1 commento:

Vittoria ha detto...

wow Francesca, deve essere buonissimo! sicuramente un comfort food :)