lunedì 26 gennaio 2015

Broccolo di Natale lontano

Oggi serviva darsi da fare.. e io mi do da fare sempre, non mi nascondo, anzi troppo spesso me lo vado a cercare il da fare, con torcia e lente di ingrandimento.
Non ne riesco a fare a meno, mi impelago di continuo, restando invischiata spesso, senza forze anche.. perché la coperta e sempre troppo corta  e i miei piedi restano scoperti tantissime volte.
Mi fermo.
Basta storie di complicati modi di vivere le cose del mondo.
Torniamo al darsi da fare, e in particolar modo al darsi da fare con i broccoli.
Il principe ranocchio della mia cucina, brutti, verdi e puzzolenti nascondono un cuore d' oro, un animo forte e alle volte anche una bionda chioma su un cavallo bianco.
Sono amici fedeli che riservano sempre altro oltre le apparenze, in ogni occasione resteranno al tuo fianco con un cuore generoso.
Oggi li ho sfruttati per un Natale sfasato, per portare calore su una tavola che chiedeva unione e condivisione, un pranzo che voleva quasi chiedere scusa di una mancanza, di una assenza..
E' stato bello, bello da impazzire perchè il desiderio di condividere ha creato l'occasione, ha portato il Natale in tavola il 25 gennaio..
e allora un broccolo si, cari miei, un broccolo è il compagno giusto per trasformare una data in un Natale del cuore..un 25 gennaio, 
con un broccolo silenzioso ricordo fiorati e parole.

Facili come non mai
Broccoli siciliani cotti a vapore, un po' di sale un po' di pepe
Una bella teglia calda di porcellana imburrata, dispongo i broccoli e li schiaccio grossolanamente con una forchetta
Una generosa dadolata di caciotta di mucca mescolata  e poi ancora uno strato di broccoli grossolamenente schiacciati
Mollica di pane grossolana, grana grattuggiata e scaglie di mandorle tutto a coprire
Forno - Grill a 180° per 15 minuti circa..

Aprite il cuore e godeteveli generosamente!!!

1 commento:

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.